indietroscrivi
viaggi
Click per aprire http://www.ilmeteo.it

Viaggio cicloturistico  - classi 4B afm - ITET Cuppari - Jesi (An)

Lecce -Gallipoli - Otranto. Dal 26 al 28 aprile 2018

Pagina aggiornata il giorno 16 aprile 2018

Per ogni comunicazione contattatemi!

Meteo Puglia

Programma


Giovedì 26 aprile 2018 - Giorno n. 1
Jesi – Lecce – Gallipoli   +

Partenza da Jesi (Stazione FFSS) alle ore 00.23 – cambio treno in Ancona. Arrivo previsto a Lecce ore 8.30.

Dalla stazione ferroviaria di Lecce si raggiunge a piedi la sede di Salento bici tour (circa 500m); qui si prendono le bici trasferendo prima il contenuto dello zaino nelle borse portabagagli; per ogni bici verranno dati lucchetto e casco.
Percorso in bici: Lecce - Gallipoli – km 50 – dislivello irrilevante.
Pranzo al sacco lungo il percorso.
Lasceremo Lecce per andare verso il mare e la costa ionica. Oltrepasseremo vigneti, uliveti, coltivazioni e piccoli villaggi. Copertino ha un piccolo centro storico e un castello angioino ben conservato: tappa veloce per un caffè in ghiaccio e latte di mandorla nel tipico stile leccese! Da qui attraverseremo Nardò, che merita uno sguardo sulla sua magnifica piazza barocca, Piazza Salandra. Raggiungeremo il mare ai margini della Riserva di Porto Selvaggio, un vero polmone verde difeso e voluto dalla popolazione. Questa costa è famosa per i suoi tramonti: arrivati a Gallipoli, cercheremo la piccola baia della Purità per vedere il sole sparire nel mare.
Pernottamento e cena Joli Park Hotel*** (0833 263321) Via Lecce 2 di Gallipoli.


Venerdì 27 aprile 2018 - Giorno n. 2
Gallipoli  -  Otranto
Km 50 – dislivello 200m concentrato nei primi 15 km
Pranzo con panini da acquistare lungo il percorso
Passeggiata nel centro storico di Otranto, per ammirare il suo Castello e la sua imponente Cattedrale: un incredibile, ma soprattutto gratuito, museo. Al suo interno è infatti possibile vedere il Mosaico pavimentato più grande e complesso dell’Italia meridionale, realizzato intorno al 1160 dal monaco Pantaleone, ed oggi considerato una vera enciclopedia iconografica sul tempo e sulla cultura del Medioevo.
Pernottamento Hotel Albania (0836 801877)*** Via San Francesco di Paola 10, Otranto; cena Horus Pizzeria (380 2455296) Lungomare Terra D'Otranto, 61

Sabato 28 aprile 2018 - Giorno n. 3
Otranto - Lecce – Jesi +
Km 50 – dislivello irrilevante.
L’itinerario ci porterà a scorgere i due laghi Alimini prima di pedalare lungo la costa. Brevi soste per ammirare le meraviglie della baia di Sant’Andrea e della Grotta della Poesia vicino al sito archeologico di Roca Vecchia. Una rigenerante pedalata nel verde del Parco Naturale del WWF “Le Cesine”, insieme alla scoperta di Acaya, cittadina fortificata dove il tempo sembra essersi fermato, renderà graduale il ritorno alla civiltà moderna e all’incantevole Lecce.
Pranzo con panini da acquistare lungo il percorso.
Visita veloce della città. Riconsegna delle bici ore 18.  
Ore 20,20 partenza con il treno (2 cambi tratta); arrivo a Jesi alle le ore 04,14.




Partecipanti

n. Nome Sesso classe
1 BARBARESI CHIARA F 4B afm
2 BORDONI VALENTINA F 4B afm
3 CARBONARI ERICA F 4B afm
4 CARLETTI GIULIA F 4B afm
5 CORSETTI CAMILLA F 4B afm
6 DE ANGELIS GIORDANO NICOLAS M 4B afm
7 FAVA CAROLINA ANGELICA F 4B afm
8 IORIO MICHELA F 4B afm
9 LATINI FEDERICA F 4B afm
10 MARCORELLI REBECCA F 4B afm
11 MERLI ERIKA F 4B afm
12 PIERANGELI ELIA M 4B afm
13 SIMONETTI MARCO M 4B afm
14 ZIZZI ANDREA M 4B afm
15 ZIZZI LUCA M 4B afm

Totale: 15: 5 M + 10 F

Insegnanti accompagnatori:

  1. Urbani Paolo
  2. Francesca Manoni

Note tecniche

Costi preventivati

articolo costo totale costo a persona
Treno  €              540,80  €  36,05
Noleggio bici, tracce GPS e roadbook. Due pernottamenti con cena e prima colazione (a cura di Salento bici tours)  €            2080,00  € 138,67
 € 174,72

La quota di viaggio comprende:

  • Viaggio in TRENO Jesi-Lecce Lecce -Jesi
  • Noleggio bici per 3 giorni (corredate di borse, casco e lucchetto)
  • N. 1 pernottamento a Gallipoli con cena e colazione incluse
  • N. 1 pernottamento a Otranto con cena e colazione inclusa

La quota di viaggio NON comprende:

  • Pranzi (da acquistare lungo il percorso su bar/alimentari; per il primo giorno si può portare da casa)
  • Cena la sera del rientro (saremo in treno)

Cosa portare?
>>>>>> Leggi I CONSIGLI DELLA PROF.SSA PUCCI <<<<<<

  • Documento di identità
  • Uno zaino con il minimo indispensabile per i tre giorni; ognuno trasporta il proprio zaino: meglio evitare pesi! Le bici saranno equipaggiate di borse nelle quali trasferire il contenuto dello zaino (che mal si sistemerebbe nel piccolo portapacchi); 1 cinghia elastica per assicurare un eventuale zainetto aggiuntivo (vuoto o quasi…) nel portapacchi della bici (non si tiene niente addosso mentre si pedala)
  • Sono consigliati dei pantaloncini imbottiti da ciclista. Visto che procederemo lentamente, passeremo molto tempo in sella e il mal di c..o potrebbe essere fastidioso!
  • Un k-way come protezione in caso di freddo
  • Pranzo al sacco per il primo giorno

E se piove?
In caso di pioggia dobbiamo procedere ugualmente. Il nostro unico mezzo di viaggio è la bici. Ci regoleremo anche in base alle previsioni meteo ma è consigliabile essere preparati!

  • Copertura per lo zainetto.
  • Copertura per il ciclista: una mantella (il k-way non protegge dalla pioggia)
  • Coperture per le scarpe: sono sufficienti delle buste di plastica da mettere sopra la scarpa fermate tramite elastici o nastro isolante. Se si inzuppa una scarpa non è facile farla asciugare!!

Ovviamente le suddette indicazioni dipendono dalle condizioni climatiche: è necessario dunque basarsi sulle previsioni meteo.

Varie

  • Le camere degli hotel sono provviste di phon.
  • Il cellulare. Consiglio di tenerlo spento durante il giorno e di utilizzarlo al minimo per i contatti con la famiglia (solo la sera, possibilmente). Oltre che risparmiare in batteria sarà più bello vivere insieme ai compagni che ti stanno vicino!
  • Abbigliamento. Siate essenziali nel riempire la borsa. Evitate un eccesso di ricambi, trucchi, piastre,…Proviamo a vivere di poche cose (almeno per 3 giorni!)
  • Adattamento. La tipologia di viaggio, piuttosto spartana, presuppone buone capacità di adattamento ed un minimo di sopportazione alla fatica.

Convivenza
Saremo in 17.
Voglio evidenziare alcuni punti per la garanzia della buona convivenza:

  1. Puntualità: cercare di essere puntuali agli appuntamenti (partenze, pasti, ecc...)
  2. Adattabilità al mangiare, sia riguardo la qualità che gli orari
  3. Compattezza: Necessaria quando si viaggia in bici; rimanere compatti pedalando fra Aprifila e Chiudifila (i proff).
  4. Attenzione: non stare troppo appiccicati quando si pedala (per evitare tamponamenti a catena con fermate improvvise); inoltre, durante le soste evitare di "ammucchiarsi" per non ostruire il passaggio di auto e/o ciclisti..
  5. Tolleranza, per il rispetto delle esigenze di tutti i partecipanti del gruppo.
  6. Indipendenza: per le proprie esigenze.

Cerchiamo dunque di essere PACATI !!

 


Link utili